1996-1997: Presidenza Alberto Stucchi

 Alberto Stucchi

“Costruisci il Futuro con Azione e Visione” è il motto del presidente Internazionale Luis Vincente Giays, ed il nuovo anno Rotariano, presieduto da Alberto, si appresta ad interpretarlo con equilibrio e signorile tocco. Nello spirito di continuità con l’annata precedente viene subito allestita una mostra all’Arengario con tutti gli elaborati presentati dalle Scuole cittadine in occasione del concorso “Adottiamo la Villa Reale”.
Questa iniziativa contribuisce a consolidare il rapporto da poco iniziato con le Scuole; difatti nel corso dell’anno viene realizzato presso l’Istituto d’Arte un corso post diploma in Illuminotecnica (1° assoluto in Italia), per avviare il quale vengono donati alla scuola 3 nuovi computer ed uno specifico software. Anche presso l’Istituto Mapelli si gettano le basi per un corso post diploma indirizzato alla gestione dei cantieri, redigendo il relativo progetto da presentare in Provveditorato (il corso sarà realizzato l’anno successivo).
Parallelamente viene avviato, presso la Biblioteca Civica di Monza, un progetto di catalogazione informatica dei testi e delle pubblicazioni esistenti allo scopo di consentire l’accesso diretto ai cataloghi, via internet, da parte delle scuole. La biblioteca viene pertanto dotata di un computer e relativo software ed i primi test vengono effettuati con il Liceo Classico. Incomincia già qui a prendere forma l’idea di una collaborazione continuativa con il polo scolastico monzese, che si concretizzerà nella successiva realizzazione di libri dedicati a facilitare l’apprendimento della lingua Italiana da parte degli immigrati, favorendone e facilitandone l’integrazione. Il primo grande progetto del Club consiste invece nel restauro della Sala Rossa della Villa Reale, un impegno finanziario importante sostenuto dalla generosa sponsorizzazione di alcuni soci e dal ricavato di un concerto organizzato per il pubblico.
E’ l’anno in cui si dà vita alle “Rotariadi”, grande intuizione di Mario Roveda del R.C. Vimercate Brianza Est, primo esempio di interazione fattiva fra i vari Club del territorio, accomunandone passioni sportive e migliorandone l’affiatamento.
Il Monza Ovest è un’entusiasta sostenitore e attore di primo piano in numerose discipline, con risultati di ottimo livello.
I proventi delle Rotariadi vengono impiegati in progetti sempre di notevole rilevanza sul territorio.
L’organizzazione del Club funziona ormai a pieno regime: nel corso dell’anno 7 nuovi soci entrano a farne parte. Due sono le gite, una nel Monferrato per la consueta conviviale ed una seconda alla base elicotteristica di Luni. All’appuntamento del RYLA vengono presentati due ragazzi e nell’ambito dello Scambio Giovani viene accolta una studentessa americana per l’intero anno scolastico. Alla fi ne dell’anno viene assegnata una targa alla professionalità al Dott. Marco Lanzetta, per l’impegno profuso presso il Reparto Pronto Soccorso dell’Ospedale S. Gerardo di Monza, e vengono consegnate tre Paul Harris, di cui due ai soci Dante Colnago e Guido Nori in riconoscenza dei loro generosi comportamenti rotariani, ed una al Dott. Roberto Conti per la sua attività a favore del Museo del Duomo.

Carica Socio Responsabile di commissione
Presidente Stucchi Alberto
Vice presidente Mussi Carlo
Consigliere Avoni Elio Azione interna sez. Soci
Consigliere Barison Franco
Consigliere Ioppolo Massimo Azione interna sez. Attività
Consigliere Nosenzo Alessandro Azione internazionale
Consigliere Scippa Raffaele Azione interesse pubblico
Consigliere Villa Franco Azione professionale
Segretario Moi Mauro
Tesoriere Colombo Carlo
Prefetto Colnago Dante (luglio 96 – genn. 97)
Nori Guido (febb. 97 – giugno 97)

 

Paul Harris Conferita a:
Colnago Dante, Conti Roberto, Nori Guido
Premio Professionalità conferito a:
Lanzetta Marco