I° Congresso distrettuale 2042° – “Rotary: immagine e reputazione”

RotaryMoE_Azure-RGB

I° CONGRESSO DISTRETTUALE 2042°

“ROTARY: IMMAGINE E REPUTAZIONE”

Lecco  24 maggio 2014,

“Quel cielo di Lombardia così bello quando è bello”, questo il primo pensiero in quel di Lecco  che con una splendida giornata accoglieva, ieri 24 Maggio,  nel bellissimo ed accogliente” Auditorium Casa dell’Economia”, il primo Congresso del neonato distretto 2042.

A fare gli onori  di casa, dopo il saluto alle bandiere, il presidente R.C. Lecco Luigi Monolo, Il Sindaco Virginio Brivio, il Presidente della camera di Commercio Vico Valassi ed il Governatore Sergio Orsolini che ha riassunto il percorso dell’anno ormai passato che ha visto la nascita del nuovo Distretto; evento unico ed importante per il Rotary se si pensa che l’ultima variazione risale al 1985.

Antonio Pieretti, PDG Distretto 2090, socio del Club di Gualdo Tadino (PG), Filosofo e docente di Filosofia all’università di Perugia, ha fatto l’Allocuzione come rappresentante del Presidente Internazionale con una lucida e coinvolgente relazione che, partendo dall’attuale realtà economica mondiale, dal ruolo attuale del Rotary, dalla problematiche Etiche e Comportamentali di molti esponenti della classe dirigenziale del nostro Paese, ha prospettato azioni e comportamenti per guardare ad un futuro che, anche se incerto e difficile, necessita da parte  del Rotary e dei  Rotariani tutti, un doversi   impegnare come “pungolo”di cambiamento per le Istituzioni, per la progettualità del bene comune e per una  più equa giustizia sociale.

Michelina Borsari, Direttore scientifico del consorzio per il festivalfilosofia  di Modena,  ha svolto una puntuale relazione su”Immagine e Reputazione”, su come i media abbiano cambiato i paradigmi della reputazione, su come la costruzione della stessa possa esser pianificata a tavolino, come sia oggi più che altro basata sull’immagine e solo dopo sul”nome”,  esattamente  l’inverso di quanto succedeva nel secolo scorso. Reputazione come biglietto da visita necessario ma … anche facile da perdere se non si cura contenuto, comunicazione  ed immagine. Una serie di esempi e”tecniche”gestionali di immagine e comunicazione  ha contribuito  a focalizzare una lezione dagli indubbi interessanti ed attualissimi  contenuti.

Rosanna D’Antona, CEO di Havas PR Milan, ha poi condotto una tavola rotonda a cui partecipavano Enrico Loccioni, Presidente Gruppo Loccioni  in quel delle Marche, innovatore  dell’impresa partecipata, imprenditore e a capo di un’azienda per la misurazione della Qualità sia tecnica che del lavoro, conosciuta ed operante a livello mondiale; il PDG Paolo Moretti Presidente Commissione Pubblica immagine del Distretto, il Prevosto di Lecco  Mons. Franco Cecchin. Interessante e ricco di spunti il dibattito che spazia da immagine e reputazione, ad etica e professionalità, alla valorizzazione dei giovani, a come il Rotary possa contribuire a tutto questo efficacemente e con incisività.

La seconda parte della giornata vede la presentazione degli oltre 22 partecipanti allo scambio giovani, provenienti da oltre 15 paesi, che hanno portato una ventata di giovinezza ed internazionalità.

Ma la “chicca” della giornata, sapientemente preparata ed introdotta con “suspance” tecnico scenografico, è stata l’apparizione di una ventina di giovanissimi ragazzi delle elementari che  hanno costituito il primo “Rotary EarlyAct” italiano, udite udite composto da maschietti e femminucce; padrino il R.C. Dalmine Centenario, animatore e ”realizzatore” Luca Della Volta. Interessa 2 Comuni, oltre 10 Classi della 4° e 5° elementare, 245 studenti, 490 genitori dei comuni di Zanica e Comun Nuovo; tengono due riunioni al mese, dalle 13,45 alle 14,25 sottraendo tempo al gioco ed al divertimento, sono organizzati con una perfetta distribuzione di compiti ed incarichi, ordine del giorno, verbali di riunione,  progetti e proposte per autorità ed istituzioni su come migliorare scuola, tempo libero; si sono adoperati per avere gite scolastiche che permettessero anche ai compagni meno abbienti di partecipare gratuitamente. Parlano con cognizione di causa, illustrano come sono nati, i programmi ed i progetti futuri: entusiasmo, competenza, voglia di fare, innocente candore che si oppone a volte al calcolo o alla indifferenza presente nei club …. Tradizionali. Commovente, entusiasmante, bravissimi ed impegnatissimi; potremmo invitare una delegazione ad un nostro caminetto per vedere se, anche in  Brianza sia  possibile mutuare e dar vita ad un simile esperimento, peraltro già attuato in molti altri paesi del mondo:”costruiamo il nostro futuro partendo dai giovani, da “Rotary EarlyAct”, da Interact e Rotaract” a cui forse dovremmo, tutti noi, prestare più attenzione e supporto concreto ed organizzativo. Complimenti Luca, complimenti ragazzi… se solo anche noi riuscissimo ad avere un decimo della vostra voglia di fare e di partecipare “sopra ogni interesse” potremmo veramente pensare di cambiare il Mondo; non si sa mai…

Il primo Congresso, un evento importante, come spesso succede non molto capito, almeno in termini di partecipazione; noi del Monza Ovest eravamo ben in tre, supportati anche da Marisa Lamberti come quarta partecipante. Eppure partecipare ad un Congresso, ad un’Assemblea farebbe bene a molti, si capirebbe di più il Rotary e le sue finalità, l’organizzazione e le competenze, le opportunità e la partecipazione, il fatto che il Rotary non è solo un gruppo di Amici che amano ritrovarsi a cena ogni Lunedì  e fare delle interessanti gite, ma un Gruppo di interpreti della vita sociale, imprenditoriale e professionale del Territorio  che mettono a disposizione le loro competenze e professionalità per individuare ed implementare, coralmente e continuativamente,”Progetti   di Servizio”. La speranza è l’ultima a morire…. chissà se saremo capaci di cambiare, certamente presto ed  in meglio, di fare della partecipazione attiva e non solo formale, la nostra bandiera, ponendo nuove basi anche per una società civile che necessita di immediato e non più procrastinabile cambiamento.

Un complimento a Gilberto Dondè che nella sua veste di Segretario del Governatore ha organizzato e cadenzato questo primo Congresso del 2042; avremo certamente un grande Governatore nel 2015/2016.

Un affettuoso saluto.

Monza, 25 maggio 2014,

Alceste


Pubblichiamo qualche foto scattate coi telefonini, pervenuteci dai coloro che erano presenti al Congresso.

[slideshow id=12 w=500 h=375]

I commenti sono chiusi.