2006-2007: Presidenza Ferruccio Mori

Ferruccio Mori

L’impressione che Giulio Bottes ha avuto in occasione della prima conviviale di Ferruccio Mori e che ha ben descritto nella sua relazione, è quella di una persona “franca ed energica, disponibile e risoluta”: in poche parole “pragmatica”. Ed il pragmatismo del Presidente ha portato ad una scelta di “continuità”, preferendo investire risorse nel proseguimento e nello sviluppo dei progetti iniziati negli anni precedenti con carattere di pluriennale, con un focus sulle necessità del territorio.
E’ l’anno del Presidente Internazionale William Boyd ed il Suo motto: “Lead the Way” calza perfettamente con la personalità di Ferruccio Mori. Vengono quindi confermate ed implementate azioni come le quattro borse di studio per ragazzi extracomunitari bisognosi e meritevoli, la sponsorizzazione di due partecipazioni al Ryla, il film per i ragazzi meno fortunati, i concerti mensili in Duomo, lo scambio giovani.
Nell’ambito del progetto IMRT, viene confermata l’erogazione di una borsa di studio a favore di un giovane Fisico specializzando in Fisica Medica che gli consenta di dedicarsi a tempo pieno al progetto e quindi esserne garante della continuità di funzionamento dell’impianto.
In collaborazione con i giovani del Rotaract vengono programmati incontri presso il Liceo Zucchi di Monza con un obiettivo di sensibilizzazione sui rischi derivanti dall’abuso di alcool in età adolescenziale e dal l’AIDS (progetto ARM). In febbraio il Prof. Drago svolge una relazione sull’argomento in occasione di un caminetto.
Si prosegue con il progetto di realizzazione di un manuale di “terminologia matematica” a favore degli allievi extracomunitari delle scuole superiori di Monza.
In ambito internazionale si continua il sostegno al Villaggio dell’Arca in Kazakhstan, dove vengono curati orfani, portatori di handicap e bambini di famiglie a rischio, fondato da Padre Guido Trezzani che proprio in quest’annata è venuto in Italia e ci ha fatto l’onore di partecipare ad una nostra conviviale per parlare del “Suo villaggio” e dei “Suoi bambini”.
Per favorire una sempre maggior integrazione ed amicizia tra i Soci e le famiglie, vengono effettuate due gite, una nel mese di ottobre a Gardone Riviera ed una a febbraio a Villa Litta-Panza a Varese.
Viene conferito il Premio Professionalità alla Prof.ssa Parente che, con simpatia e bravura, ci accompagna a comprendere e gustare le opere d’arte, soprattutto quelle meno pubblicizzate, di cui il nostro Paese è cosi ricco.
In occasione delle Vaghiadi, alla presenza del PDG Carlo Mazzi, vengono conferite PHF a Mauro Moi ed Alberto Riva.
In maggio viene presentato un nuovo Socio, Paolo Pecoraro, e vengono conferite PHF ai Soci Andrea Crespi, Angelo Gulfi, Raffaele Scippa.
E, “last but not least”, la redazione, a cura di Antonio Balini, di un libretto che riporta la storia del Club ricostruita anche attraverso il prezioso contributo dell’intervista “televisiva” che Francesco Fichera aveva effettuato al P.P. Paolo Grassi per il decennale e che riporta le principali azioni dei Past President svolte nell’anno del proprio mandato.

Carica Socio Responsabile di commissione
Presidente Mori Ferruccio
Vice presidente Colombo Carlo Azione professionale
Consigliere Casati Franco Azione internazionale
Consigliere Cuccovillo Massimo Azione giovani
Consigliere Pignolo Fabrizio Azione interna soci
Consigliere Stucchi Alberto Azione interesse pubblico
Consigliere Tornaghi Enrico Azione interna club
Segretario Balini Antonio
Tesoriere Ioppolo Massimo
Prefetto Moi Mauro

 

Paul Harris Conferita a:
Crespi Andrea, Moi Mauro, Riva Alberto, Gulfi Angelo, Scippa Raffaele
Premio Professionalità conferito a:
Parente Elisabetta