Convegno AERA

Ciao  a tutti,

venerdì u.s. sono stato al convegno AERA (fai click qui per saperne di più, oppure leggi in fondo al presente articolo) su “l’universo, la vita, il pensiero e la creatività” tenuto al FAST di Milano.

I partecipanti iscritti erano un centinaio, presenti circa 50.

Il Prof. Nicola, emerito presidente AERA (organizzazione rotariana nata nel 1990), organizzazione scientifica che si affianca ai vari distretti, tecnicamente ed economicamente, per supportare gli interventi rotariani, ha illustrato i tre settori di attività:

  • Promozione delle azioni sul campo (esempi Orto botanico di Brera, azioni sul fiume Sarno)
  • Analisi e proposizione di progetti da portare alle Pubbliche Istituzioni che siano fuori dal focus mediatico, super partes e fuori da appartenenze politiche; da pubblicizzare a tutti i club
  • Educativo – introdurre l’educazione ambientale in modo sistematico nel percorso scolastico, a tutti i livelli; borse di studio su argomenti dedicati all’ambiente.

Il Prof. De Bernardis (astrofisico di fama mondiale) ci ha illustrato le ultime teorie sulla nascita dell’universo e la sua attuale, ipotesi, di conformazione e degli ultimi esperimenti che stanno facendo in Antartide con una sonda a microonde agganciata ad un pallone stratosferico (40 Km di altezza).

Il Prof. Nicola (chirurgo ed emerito presidente dell’AERA) in sostituzione del Prof. Boncinelli ci ha illustrato la nascita della vita, dagli amminoacidi alle prime forme cellulari.

Il Prof. Cappa (neurologo) ci ha illustrato le modalità scientifiche di indagine sulle attività cerebrali dell’uomo e degli animali e le relative aree interessate in attività ed in quiete.

L’Ing. Natale (Istituto Italiano di tecnologia di Genova) ha dissertato sullo sviluppo dei robot umanoidi I CUB che hanno avuto un successo mondiale e delle enormi differenze di elaborazione tra l’attuale “intelligenza artificiale” ed il cervello umano.

È pleonastico dire che tali argomenti, che con il convegno si voleva legare tra di loro, dalla nascita dell’universo, alla nascita della vita, alla formazione del pensiero e della peculiarità dell’uomo (creatività) meritavano non 2 ore e mezza di convegno, con 4 autorevolissimi relatori e presidente, ma diverse giornate di approfondimento, commenti e dibattiti che ovviamente non si sono potuti fare.

Prima del convegno mi sono intrattenuto con l’Ing. Pietro Freschi (segretario AERA; confermo: persona squisita) che mi ha presentato Paolo Brambilla, con il quale, dopo aver conosciuto il mio ambito professionale,  ci siamo ripromessi di fissare un appuntamento per verificare le possibili sinergie ed apporti fattivi nell’AERA, sviluppi dei quali vi terrò informati.

A latere del convegno ho avuto uno scambio di idee con Franco Andreatta (attuale segretario dell’AERA), uno dei fondatori del nuovo club Monza Villa Reale che conosco professionalmente da circa 30 anni, ma del quale avevo perso le tracce.

Se siete interessati, verbalmente vi do le mie impressioni.

Carlo Di Cataldo


L’Associazione Europea Rotary per l’Ambiente è nata nell’ambito del Rotary italiano nel 1990. Il suo scopo è quello di promuovere la tutela e la conoscenza dell’ambiente in Italia ed in Europa. A.E.R.A. è un’Associazione riconosciuta dal Rotary International.

A.E.R.A. collabora con tutti i Club, i Distretti e i singoli rotariani che condividano l’attività di informazione e di sensibilizzazione nel campo della tutela ambientale.

A.E.R.A.  si pone l’obiettivo di contribuire alla realizzazione di progetti originati dai Club e dai Distretti Rotary destinati alla promozione dello sviluppo sostenibile. Attraverso questi progetti realizza le sue finalità di diffusione dell’informazione e dell’educazione ambientale e di sviluppo di programmi e iniziative a tutela dell’ambiente.
A.E.R.A.è composta da volontari ed opera senza fine di lucro: nel Giugno 1998 si è data uno statuto di associazione ONLUS.

I Club e i Distretti del Rotary costituiscono la struttura portante di A.E.R.A. perchè permettono, grazie al loro radicamento nel territorio, di individuare rischi e opportunità legati alle comunità locali, rendendo così concreti anche progetti di ampio respiro.

A.E.R.A. fa inoltre parte delle Associazioni Partner nel Servire del Rotary International.

L’articolo 1 dello Statuto dell’Associazione recita:

L’associazione non ha fini di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e si propone i seguenti obiettivi :

a)   l’educazione al rispetto dell’ambiente anche con incentivi e borse di studio, premi di laurea e/o di perfezionamento;
b)   la promozione, la gestione di programmi e progetti elaborati su iniziativa rotariana, aventi ad oggetto la promozione di uno sviluppo culturale, tecnico-economico in armonia con l’ambiente;
c)   la formulazione di proposte operative alle istituzioni nazionali ed internazionali nell’ambito dei seguenti temi prioritari : il fattore ambientale in ogni iniziativa dell’uomo; lo sviluppo sostenibile della società; uso corretto e disinquinamento di terra, mare, acqua ed aria; tutela ed impiego dell’ambiente urbano; ambiente come risorsa in agricoltura; istituzione e gestione di zone protette.

I commenti sono chiusi.